IBC

IBC - Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Le Pubblicazioni dell'IBC


pubblicazioni

pubblicazione 1 di -1 | risultati ricerca

Territori e memorie. Esperienze e progetti europei a confronto (29 - 30 marzo 2008)




Si è tenuto sabato 29 marzo 2008 a Castel d'Aiano il Convegno internazionale Territori e memorie. Esperienze e progetti europei a confronto, che intende far dialogare esperienze già realizzate in ambito europeo e nazionale con nuovi progetti elaborati in territori dalla forte valenza simbolica, come quello relativo alla Linea Gotica
Esso ha rappresentato un'occasione di confronto tra enti e istituzioni impegnate nella tutela e valorizzazione della memoria storica. Nel corso dei lavori, particolare attenzione è stata posta sulle ricadute che tali progetti hanno sull'economia locale e sulle opportunità che essi offrono per la promozione e lo sviluppo del territorio.
Il convegno è stato finanziato dal GAL dell'Appennino bolognese e dalle Comunità montane nell'ambito del progetto "Linea Gotica : patrimonio storico-culturale dell'Appennino bolognese", in collaborazione con l'Istituto beni culturali della Regione Emilia-Romagna.
Prosegue dunque, con sempre nuove e importanti iniziative, il progetto regionale "Linea Gotica", che, a partire dal censimento realizzato nel 1997 dall'Istituto beni culturali della Regione Emilia-Romagna, si propone di valorizzare, dal punto di vista storico e turistico, tutta l'area appenninica coinvolta negli eventi bellici, "un luogo di memoria - secondo la definizione di Ezio Raimondi presidente dell'IBC - iscritto nel territorio che attendeva, per rivivere, una riflessione concreta".
La sera del 29 marzo alle ore 21 a Vidiciatico di Lizzano in Belvedere la Compagnia teatrale "La società della civetta" ha presentato lo spettacolo teatrale San Martino di sotto che racconta il tempo lunghissimo e terribile vissuto sull'Appennino bolognese tra l'8 settembre del '43 e la primavera del 1945. In sala, è stata allestita la Mostra fotografica Graffiti di guerra - Le iscrizioni antiaeree a Bologna 1940-1945, già inaugurata in dicembre a Palazzo d'Accursio, che raccoglie, a oltre 60 anni dalla fine della guerra, le tracce ancora visibili sui muri di Bologna delle misure adottate per proteggere la popolazione dalle incursioni aeree e dai bombardamenti.
A conclusione delle iniziative è stata organizzata, il 30 marzo, un'escursione sul Monte Belvedere, caposaldo tedesco a difesa della linea del fronte nell'inverno del 1944-1945.

pubblicazione 1 di -1 | risultati ricerca
aggiornamento: 04/06/2010