Tipo Mulino
Provincia Ravenna (RA)
Comune Castel Bolognese
Località Casalecchio di Castel Bolognese
Ubicazione/Indirizzo Via del Canale, 14
Dimensioni complessivamente lunghezza di circa m 12; larghezza di circa m 14
Datazione fine XIV secolo

Descrizione

Il Molino di Scodellino a Castel Bolognese è stato costruito alla fine del XIV secolo lungo il canale dei molini Castel Bolognese-Lugo-Fusignano. Fu acquistato nel 1489 dal Comune di Castel Bolognese - che tuttora ne è il proprietario - ed è l'unico superstite dei nove opifici che usufruivano dell'acqua del canale. Deve sicuramente il suo nome alla "scudella" di farina che il mugnaio tratteneva per sé come pagamento per la molitura. Realizzato in solida muratura, si affaccia sulla via del Canale ed è formato da tre corpi di fabbrica con copertura a doppio spiovente e rappresenta un tipico esempio di molino su canale di pianura con macine mosse da . Il corpo centrale custodisce il condotto sotterraneo voltato a botte in cui precipitava l'acqua che faceva girare le ruote, mentre al piano superiore una sala conserva tuttora due coppie di macine circolari di pietra - una per il grano e l'altra, più dura, per il mais - che ricevevano il movimento dalle ruote. Sempre in questa parte dell'edificio il piano superiore, dotato di travature lignee per sorreggere il tetto, era adibito a magazzino. L'ambiente posto ad Est invece si affacciava direttamente sulla via del Canale con un basso portico al di sopra del quale vi era l'abitazione del mugnaio. Il Molino di Scodellino oggi non è più funzionante ed è stato abbandonato da circa vent'anni. Nel 2010 sono tuttavia iniziati i lavori di consolidamento e restauro.

Notizie storiche